DOMICILIO IN TEMPO COVID

Published on 4 February 2021 • Anagrafe

Il domicilio.

Come la residenza, anche il domicilio viene definito dall'art. 43 del codice civile.

Il domicilio di una persona è nel luogo in cui essa ha stabilito la sede principale dei suoi affari e interessi. Il domicilio potrebbe non coincidere con la residenza, come visto sopra.

L'individuazione del domicilio non segue nessuna formalità, e non è prevista la registrazione dello stesso presso l'ufficio anagrafe. Il domicilio non è certificabile, a differenza della residenza.

Nel caso di spostamenti nella rosa rossa (o arancione, in caso di spostamenti fuori comune) il modulo dell'autodichiarazione per gli spostamenti pubblicato dal Ministero dell'Interno, prevede la possibilità di indicare il proprio domicilio, se diverso dalla residenza. Ovviamente la responsabilità della dichiarazione è dell'interessato, le Forze dell'Ordine incaricate del controllo dovranno accertare la veridicità della dichiarazione stessa.

Può essere consigliabile produrre anche una dichiarazione resa da colui che fornisce l'ospitalità, indicando la destinazione e i motivi della domiciliazione. Il modulo deve essere conservato dall'interessato ed eventualmente esibito alle forze dell'ordine in caso di controllo, ma non è da trasmettere all'ufficio anagrafe.