Regione Piemonte

Servizi cimiteriali

Ultima modifica 6 dicembre 2018

CIMITERO COMUNALE DI ROCCA D’ARAZZO

Il Cimitero comunale è ubicato in via Garibaldi                        

Osserva il seguente orario di apertura, tutti i giorni dell'anno.

  • Orario invernale (dal 1°ottobre al 30 aprile): dalle 8,00 alle 19.00
  • Orario estivo (dal 1° maggio al 30 settembre): dalle 8,00 alle 20.00

Ditta Alciati Marco Custodia del Cimitero ed operazioni di seppellimento, esumazioni, estumulazioni (in appalto)
Tel.  3491127696  presso il Cimitero
Ufficio Tecnico
Manutenzione e controllo appalto Cimitero; incaricato: Gabriella Gentile

Ufficio  di Stato Civile
Autorizzazioni al seppellimento, funerali, esumazioni ed inumazioni; incaricata: Fiore Iolanda
Ufficio Contratti
Acquisto loculi, tombe, cellette e contratti relativi; incaricata: Fiore Iolanda


ILLUMINAZIONI VOTIVE

LUXOM SRL
ILLUMINAZIONI VOTIVE
TEL. 0131.68718

Dove Rivolgersi:

Ufficio Anagrafe ( dal martedi al sabato 8.30-12.00)

Modulo per richiesta abbonamento


RICHIESTA ESUMAZIONE / ESTUMULAZIONE DI SALMA

Responsabile: Fiore Iolanda

Esumazione è il disseppellimento della salma o dei resti mortali dalla fossa posta nel campo comune nella nuda terra.
Le esumazioni ordinarie si eseguono dopo quindici anni dall’inumazione, in seguito a Provvedimento del Responsabile del Servizio. L’avviso è affisso all’Albo Pretorio del comune, nelle bacheche interne al cimitero, presso l’Ufficio di stato civile e presso l’URP.
L’esumazione ordinaria di salma inumata nel campo trentennale si esegue dopo trenta anni, allo scadere della concessione. A richiesta, è possibile rinnovare la concessione una sola volta per un uguale periodo di tempo.
L’esumazione straordinaria si esegue prima della scadenza ordinaria, su richiesta individuale della famiglia, e deve essere autorizzata, non prima che siano trascorsi almeno 10 anni dall’inumazione,  nei mesi di febbraio, marzo e aprile, ottobre e novembre.

I familiari del defunto, cioè il coniuge, i parenti e gli affini, possono disporre della salma e decidere la destinazione dei resti mortali e delle ossa: conferimento nell’ossario comune del cimitero di Rocca d’Arazzo,  tumulazione in celletta nello stesso cimitero o in altro Comune.

L’estumulazione è ordinaria quando si esegue alla naturale scadenza della concessione; se non contemplata dal regolamento comunale o dalla “convenzione” dello stesso atto di concessione (dopo l’entrata in vigore del DPR 15 luglio 2003 n. 254 si cominciano a considerare ordinarie le estumulazioni dopo 30 anni, intesi anche come somma di più periodi trascorsi in diversi avelli)

L'estumulazione straordinaria può essere eseguita prima del termine ordinario di scadenza, per provvedimento dell'Autorità Giudiziaria o a richiesta dei familiari per trasferimento ad altra sepoltura nello stesso o in altro cimitero, o per cremazione, dietro l'autorizzazione del Dirigente competente (art. 83 del D.P.R. n. 285/1990).
Le estumulazioni straordinarie si possono effettuare solo nei mesi da ottobre ad aprile così come stabilito dall'art. 84 del D.P.R. 10 settembre 1990, n. 285. Sono fatte salve le estumulazioni straordinarie ordinate dall’Autorità Giudiziaria che si eseguono in qualunque periodo dell’anno.
Le estumulazioni straordinarie  sono eseguite alla presenza del Dirigente del Servizio di Igiene Pubblica dell’Azienda Sanitaria Locale o di personale tecnico da questi delegato (art. 83, comma 3, del D.P.R. n. 285)

Per richiedere l’esumazione/estumulazione straordinaria occorre presentare due marche da bollo (16.00 euro), una per la  domanda, specificando data e ora dell’esumazione, concordata con il custode del cimitero, e indicando dove si vuole trasferire la salma: nello stesso cimitero di Rocca d’Arazzo o in altro Comune per la sepoltura, oppure al Tempio per la cremazione, una per il rilascio dell’autorizzazione e la dichiarazione sottoscritta da tutti gli aventi diritto di accettazione.
Presentare un documento di riconoscimento valido.

L'ufficio di Stato Civile è aperto dal martedì al sabato dalle 8.30 alle 12.00

e-mail: anagrafe@comune.roccadarazzo.at.it

Pec: comune.roccadarazzo.at@cert.legalmail.it

tel.0141408144

fax .0141408144

Indirizzo: Piazza Marconi 8 – 14030 Rocca d’Arazzo (AT)

Le esumazioni ordinarie si svolgono in qualunque periodo dell’anno, escludendo i mesi di dicembre, gennaio, luglio e agosto.
L’inizio delle operazioni di esumazione ordinaria è comunicato con congruo anticipo.
Le esumazioni straordinarie non possono essere eseguite nei mesi da maggio a settembre.

per informazioni: 0141/408144

COSTI

Delibera di Giunta n. 59 del 23/12/2012 
n. 2  marche da bollo:   € 16,00*

* L'importo dell'imposta di bollo ordinaria è passata da € 14,62 a € 16,00, come previsto dalla Legge 24 giugno 2013 n. 71, in vigore dal 26 giugno 2013.

Il pagamento della bolletta può farsi tramite bonifico bancario presso la filiale  di Rocca d’Arazzo – CASSA  DI RISPARMIO DI ASTI codice IBAN –IT04E0608510316000000020107 o conto corrente postale intestato a Comune di Rocca d’Arazzo (AT) Servizio Tesoreria c/c n.13127147 , indicando con precisione la causale e il nominativo della salma interessata.
Presentare in ufficio la relativa ricevuta.


 

NORMATIVA DI RIFERIMENTO/REGOLAMENTI


CREMAZIONE

 

Per richiedere la cremazione occorre presentare una domanda in carta libera all’Ufficio di stato civile, allegando fotocopia del documento di riconoscimento di tutti i firmatari.
L’istanza per l’affidamento personale delle ceneri o per la dispersione è in bollo, come le relative autorizzazioni rilasciate dal Responsabile dei servizi demografici.

Per informazioni sulla cremazione visita il sito della Società per la Cremazione di Torino - SOCREM

Dispersione Ceneri

Nel rispetto della volontà del defunto, le ceneri risultanti dalla cremazione possono essere:

  • tumulate in celletta, tomba di famiglia o loculo;
  • inumate all’interno del cimitero;
  • affidate al familiare per la conservazione presso la sua abitazione;
  • disperse in natura.
  • disperse nell’area dispersione ceneri sita nel cimitero comunale

La dispersione delle ceneri in natura è consentita:

  • in montagna e in aree naturali, alla distanza di almeno duecento metri da centri ed insediamenti abitativi;
  • in mare, ad oltre mezzo miglio dalla costa;
  • nei laghi, ad oltre cento metri dalla riva;
  • nei fiumi, nei tratti liberi da manufatti e da natanti.